I rifiuti tornano a Cava dei Modicani: la discarica riaperta da un’ordinanza

I comuni hanno dovuto conferire a Lentini ed Alcamo. Scongiurata (per ora) l'emergenza

158

Ennesima ordinanza contingibile ed urgente del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, per autorizzare l’esercizio dell’impianto di Trattamento Meccanico Biologico (Tmb) di contrada Cava dei Modicani di Ragusa per 120 giorni e di nominare Commissario della Srr Ato 7 di Ragusa lo stesso presidente della società nonché sindaco di Ragusa, Giuseppe Cassì, affinché garantisca, in nome e per conto dei Comuni, la continuità del servizio di gestione integrata dei rifiuti, avvalendosi della struttura organizzativa in atto esistente nonché dei mezzi, delle attrezzature e degli impianti attualmente utilizzati o gestiti a qualunque titolo dalla Società d’Ambito stessa e delle relative autorizzazioni.

Il Commissario Piazza ha proceduto ad emettere una nuova ordinanza perché rispetto alla scadenza della precedente ordinanza scaduta lo scorso 30 aprile, è intervenuto il parere favorevole dell’Arpa Sicilia che invece era mancato precedentemente. Nell’ordinanza sono previste alcune prescrizioni. In particolare che il “rifiuto biostabilizzato in uscita dal trattamento presenti un indice respirometrico dinamico potenziale (IRDP) non superiore a  1000 mg O2/kgsv h”. A tale riguardo il gestore dell’impianto – prevede il parere dell’Arpa e di conseguenza l’ordinanza – effettuerà verifiche in autocontrollo alla scadenza di ciascun ciclo di biostabilizzazione nonché sui rifiuti eventualmente giacenti in impianto dandone preventiva comunicazione alla Unità Operativa Complessa dell’Attività Produttive Area  Orientale dell’Arpa ed al Libero Consorzio Comunale di Ragusa”.

L’ordinanza del Commissario Piazza permette di superare l’emergenza dei comuni iblei costretti a conferire, dallo scorso mese di maggio, tutto il rifiuto nelle discariche di Alcamo e Lentini (e ultimamente neanche in quest’ultima) con un notevole aggravio di spese in attesa che l’impianto di Tmb di Cava dei Modicani venga autorizzato dalla Regione siciliana che deve emettere l’Autorizzazione Integrata Ambientale. A tal proposito mercoledì 24 giugno alle ore 10,30 è prevista la riunione congiunta della Terza e Quarta Commissione dell’Assemblea Regionale Siciliana per affrontare questa problematica così come aveva proposto il presidente della Commissione Attività Produttive, on. Orazio Ragusa, durante la riunione indetta dal Commissario Piazza lo scorso 8 giugno. L’audizione di sindaci, rappresentanti sindacali e del Commissario Piazza avverrà in videoconferenza.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...