“Le Eco di Narciso” al Cala[a]mari: ospite l’autrice Sabrina Micarelli

Il video integrale della seconda tappa di "Punti di vista letterari"

402

Si è tenuta la seconda tappa di “Punti di vista…letterari” mercoledì 29 luglio, presso Cala[a]mari, a Punta Braccetto. L’avvocato Sabrina Micarelli ha presentato il suo libro “Le Eco di Narciso” e si è confrontata con una tematica molto cruenta: la dipendenza di una donna da un uomo narciso. Oltre a parlare dei protagonisti del romanzo, Eleonora e Manuel, si è tracciato il percorso di vita di una ragazza che, soggiogata dalla bellezza e dalle qualità, non solo fisiche, di un giovane, crede di aver trovato in lui il compagno ideale per la vita, invece scopre, ma solo col tempo, che costui è innamorato di se stesso e ama circondarsi di chi può innalzare ancora di più il suo ego spropositato.

La Micarelli ha evidenziato tale forma di dipendenza e lo ha fatto lasciando parlare la protagonista. In questo tira e molla di sentimenti, dove Manuel allenta la presa per poi ritirarla nuovamente a sé per impedire che la preda gli sfugga, nell’egoistico bisogno di essere adulato, Eleonora si scopre succube, “dipendente” da lui come da una droga, ma non per questo capace di sfuggire. E’ intervenuta sull’argomento anche Rosalba Riggio, assistente sociale e componente del “Centro servizi donne”, presente nel territorio per tutelare le donne vittime di soprusi e violenze. Si è evidenziato come tanti sono gli uomini, anche le donne, che vivono i rapporti interpersonali, sia affettivi che professionali, strumentali ai propri fini di esaltazione smisurata dell’io. A conversare con le ospiti, la giornalista Antonella Galuppi che ha letto anche alcuni brani tratti dal libro. Di seguito il nostro video integrale della serata.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...