Caserma, replica di Barone: “Le carte vere dicono altro. E’ merito mio”

Il sindaco di S.Croce: "Sono stato io a portare avanti la progettazione esecutiva"

640

“Quella del Pd-Articolo uno è una politica di opposizione pressapochista e imprecisa (volutamente) e mi meraviglio come gente come loro, politici di lungo corso possano continuare questa azione denigratoria facile da controbattere”. Il Sindaco Giovanni Barone, torna a parlare della riconsegna della caserma dei Carabinieri anche alla luce delle notizie – che il comunicato del sindaco definisce “false” – diramate del Pd-Articolo uno a proposito della gara d’appalto per la ristrutturazione dell’immobile che ospita i militari dell’Arma a Santa Croce. “Occorre fare una precisazione – dice Barone -. Non ho detto una bugia perché la gara d’appalto è stata fatta dal sottoscritto nell’ottobre 2018 (come si evince di seguito dal promemoria). La precedente amministrazione ha provveduto esclusivamente alla gara di affidamento alla progettazione. Di seguito, è stata la mia amministrazione a portare a termine la fase esecutiva del progetto, con la gara d’appalto.”

“Ritenendomi intellettualmente onesto e corretto affermo che il finanziamento è ‘arrivato’ al Comune con l’amministrazione Iurato affidando il progetto, con gara d’appalto, ad uno studio tecnico. Basta! Dal giorno del mio insediamento ho fatto di tutto come già scritto in una precedente comunicazione affinché gli uffici comunali lavorassero extra-time per non perdere i fondi destinati alla ristrutturazione della caserma. La gara d’appalto per affidare i lavori lo ha fatto il Sindaco Barone. Ora mi chiedo: come mai i rappresentanti del Pd ed Articolo uno, professionisti della politica, affermano cose inesatte?”.

Di seguito la cronistoria sulla caserma dei Carabinieri di Santa Croce, così come illustrato dalla nota del primo cittadino:

  1. Approvazione Progetto Esecutivo con Delibera di Giunta Municipale n.180 del 03.10.2017;
  2. Presa atto Relazione Esplicativa e Dichiarazione Congruità dei Prezzi con delibera di Giunta Municipale n.99 del 05.04.2018;
  3. Finanziamento ottenuto giusto Decreto del Dirigente Generale dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità – Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti – n.1195 del 28.05.2018;
  4. Indizione Gara d’Appalto con Determinazione Dirigenziale n.930 del 03.09.2018;
  5. Bando di gara pubblicato il 03.09.2018;
  6. Gara d’appalto espletata dal 24.09.2018 al 10.10.2018.
  7. Contratto d’appalto sottoscritto in data 11.12.2018.

“Tutto eseguito durante l’Amministrazione Barone. Evidentemente chi afferma il contrario ha le idee confuse e distorce la realtà”, conclude il sindaco.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...