Santa Croce, sui resti del degrado nascerà un parco giochi inclusivo

Verrà rivalutata l'area di via Fidone. La Regione concede finanziamento di 42 mila euro

1.354

L’Amministrazione Barone ha deciso nell’anno 2019 di partecipare al bando di finanziamento emanato dall’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro per la creazione di Parchi Gioco Inclusivi, al fine di migliorare l’inclusione sociale dei minori; favorire una maggiore assistenza ai bambini diversamente abili; riqualificare aree pubbliche altamente degradate dandovi un nuovo volto attraverso il rinnovamento della propria funzione sociale.

Il progetto redatto, su indicazione dell’Amministrazione comunale, dal giovane architetto Giuseppe Puglisi, con il supporto tecnico-amministrativo dell’Arch. Gaudenzio Occhipinti e del Geom. Giovanni Mandarà del 6° Dipartimento, prevede un importo, tra lavori e attrezzature di complessive, di € 60.000,00. L’Opera permetterà di riqualificare un’area ad oggi sottoutilizzata dalla cittadinanza (all’angolo tra via Fidone e via XXIV Maggio), perché degradata a causa della mancanza negli anni di manutenzione, tale da renderla di fatto non utilizzabile per lo scopo per cui era nata. Adesso ci si propone, con un progetto innovativo, di creare un’area verde attrezzata a sostegno anche dell’inclusione dei bambini con disabilità.

Il progetto si è classificato al n° 28 (su 96 ammessi) di tutta la graduatoria dei Comuni Siciliani partecipanti al Bando, con un contributo assegnato dall’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro di € 42.075,00.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...