Articolo Uno ora apre ai moderati: “Serve un compromesso civico”

Il centrosinistra diffida da "sedicenti giovani progressisti che flirtano con la destra"

635

Il centrosinistra è in fibrillazione e guarda al dopo-Barone. Articolo Uno, il gruppo che fa riferimento a Manlio La Ciura, non si sottrae e apre a un “compromesso storico” per il futuro di Santa Croce. “Ci stiamo sempre più convincendo che sia sempre più necessario, mutuando una strategia invocata tempo fa e messa in pratica anche localmente a S. Croce, un nuovo “compromesso storico civico” tra le forze di ispirazione moderata e le forze della sinistra democratica – si legge in una nota su Facebook -. Un compromesso al rialzo basato su un patto serio e concreto che spazzi via ambiguità e patti di potere fine a se stessi e che riannodi il tessuto economico, sociale e amministrativo di questo piccolo paese abbandonato a se stesso evitando un destino di emarginazione e incuria”.

“In questo piccolo paese siciliano – argomenta Articolo Uno – si trovano i grandi vizi della vecchia politica. Si notano nuove formazioni politiche di sedicenti giovani di ispirazione progressista flirtare con esponenti e deputati (di destra) della vecchia politica per cercare accordi di potere in vista di nuove elezioni, osserviamo pure di rinnovati appoggi della lega e della destra meloniana al nostro Sindaco sempre in vista delle prossime elezioni. Ditemi voi in tutto ciò dove stanno le idee di sviluppo, di crescita, di buona amministrazione? Dove sono le idee di futuro per la nostra città? Diffidiamo dei nuovismi generazionali senza senso che creano solo caste e fazioni e impegniamoci alla costruzione di una alleanza civica democratica in grado di governare un cambiamento radicale di programmi e di metodi sempre più necessario e fondamentale”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...