Fondo di solidarietà, il Ministero dell’Interno sblocca 211 mila euro

A comunicarlo è il consigliere Agnello: "Adesso tocca alla giunta spenderli al meglio"

606

Dopo un’anomalia durata dieci anni, si sblocca il fondo di solidarietà comunale. Come decretato del Ministero dell’Interno, sentita la conferenza Stato-Autonomie locali, entrano nelle casse di palazzo di Città 211 mila euro. A comunicarlo è il consigliere comunale d’opposizione, Luca Agnello, che in rappresentanza dell’Anci (l’associazione dei comuni) ha posto il problema agli uffici dell’istituto di finanza ed economia locali: “Non abbiamo risolto il problema, ma finalmente viene certificato che ci spetta più di quanto abbiamo ricevuto finora – ha detto Agnello – Ora a lavoro perché questo riconoscimento avvenga a regime garantendo annualmente maggiori fondi per Santa Croce per migliorare strade, servizi e investimenti per il futuro. Un passo importante per Santa Croce – ha aggiunto il capogruppo di Liberi di Scegliere – e la contezza per chi amministra di aver semplicemente fatto quello per cui è stato eletto: il proprio dovere”.

“A maggio 2020 l’intero Consiglio comunale ha dimostrato responsabilità sposando all’unanimità questa causa (su proposta dell’ex assessore Frasca) ed è quello stesso Consiglio ultimamente relegato da chi amministra a mero ratificatore di atti dovuti. Basterebbe questo per capire che i personalismi devono lasciare il passo alla rispettosa condivisione”, ha aggiunto Agnello, rispondendo a un messaggio del presidente del Consiglio comunale Piero Mandarà, in cui viene espresso “il massimo apprezzamento per l’impegno e il lavoro fatto dal consigliere a favore di Santa Croce Camerina”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...