Scuola, Agnello chiede chiarezza: “I deputati servono solo alle foto?”

Il consigliere becca il sindaco: "Non si può vivere in questa perenne incertezza"

493

“Scuole chiuse in 24 comuni siciliani, ma non a Santa Croce. Perché?”. Se lo chiede il consigliere comunale Luca Agnello. In paese continua a tenere banco la mancata chiusura delle scuole da parte del governo regionale, nonostante la richiesta del sindaco di qualche giorno fa. Santa Croce è rimasta fuori dall’ultima ordinanza e oggi i casi sono tornati a crescere: 34 (+3 rispetto a mercoledì). “I rappresentanti della provincia al Governo regionale servono solo a farsi le foto? Non possiamo vivere in un clima di assoluta incertezza e di diffusa quanto paradossale impunità – argomenta il capogruppo Liberi di Scegliere -. Pretendiamo decisionismo, trasparenza, autorità e autorevolezza dalla massima carica del nostro paese (giunta compresa)”, ha concluso Agnello. In attesa del nuovo Dpcm, che dovrebbe far scattare la “zona rossa” per i comuni che superano i 250 casi per 100 mila abitanti (come nel caso di Santa Croce) i comuni che hanno blindato gli istituti scolastici sono quello di Scicli (in autonomia) e di Acate (provvedimento regionale). A Sante Croce rimarrà chiuso nella giornata di domani il plesso Falcone-Borsellino, dove nei giorni scorsi si è registrato un caso di positività al virus.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...