Inizia la raccolta dei rifiuti Covid. Agnello: ora bollettino sui contagi

I "positivi" possono smaltire la spazzatura grazie al servizio coordinato dall'Asp

899

Anche i soggetti positivi al Covid hanno iniziato a smaltire i propri rifiuti. Proprio stamattina, dopo la sollecitazione del capogruppo di Liberi di Scegliere, Luca Agnello, il sindaco di Santa Croce ha comunicato che è “iniziato oggi il ritiro dei rifiuti tipologia A, presso le abitazioni dei concittadini positivi al covid-19. Ha ricevuto l’incarico la ditta Eco S.E.I.B, di Busso Sebastiano, già operante nel nostro Comune per i servizi ambientali. Si ringrazia l’ASP di Ragusa”. Agnello, da par suo, era intervenuto nella discussione a seguito di “diverse segnalazioni da parte della cittadinanza e in particolare da parte di cittadini attualmente in isolamento causa contagio, in esito al mancato o ritardato ritiro da parte dell’ASP dei propri rifiuti domestici considerati per norma quali rifiuti speciali”.

Nei giorni scorsi la polemica dell’ex vicesindaco Frasca (risultato positivo al Covid e a lungo in isolamento) che aveva appeso i sacchetti della spazzatura alla ringhiera della propria abitazione, per manifestare il proprio dissenso nei confronti delle istituzioni preposte, fra cui l’azienda sanitaria provinciale. I rifiuti, una volta ritirati, vengono portati nella discarica di Cava dei Modicani, mentre l’Asp si occupa dell’incenerimento, rimborsando ai Comuni anche il costo del ritiro.

Ma sulla situazione epidemiologica in atto, Agnello chiede al sindaco ulteriore trasparenza: “Si avverte tra i cittadini incertezza sulla effettiva diffusione del contagio, considerato che le notizie vengono apprese a macchia di leopardo da parte dei media provinciali o regionali. Sarebbe auspicabile – insiste il consigliere – che il Comune, attraverso il Suo ufficio stampa, da qualche mese da lei istituito, con bollettini ufficiali a ravvicinata cadenza, pubblichi i dati relativi alla certificata situazione cittadina su contagi, tamponi e quant’altro ritenuto pertinente, sulla falsa riga di quanto avviene a livello regionale e nazionale, per garantire una effettiva e responsabile conoscenza al fine di una partecipazione fattiva al contenimento del contagio”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...