Offensiva della Cna per posticipare l’orario di chiusura delle attività

Basile consegna al sindaco un documento indirizzato al governatore Musumeci

440

Anche a Santa Croce Camerina, ieri mattina, si è svolta l’iniziativa a sostegno del settore agroalimentare che la CNA ha organizzato in tutta la regione. Una delegazione ha incontrato il sindaco, Giovanni Barone, al quale è stato consegnato un documento con le proposte avanzate dalla CNA. Una delegazione regionale, invece, incontrerà il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, l’assessore alle Attività Produttive, Mimmo Turano, e il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, mentre altre delegazioni territoriali saranno a confronto con altri sindaci e i presidenti dei Consigli comunali.

“Si tratta di una singolare protesta – ha affermato il presidente di CNA Santa Croce, Carmelo Basile – che vogliamo portare avanti perché ci sono stati settori gravemente penalizzati a causa del virus. Vogliamo far capire con questa protesta che si può ancora lavorare in sicurezza, allungando l’orario di apertura delle attività commerciali che oggi sono costretti alla chiusura anticipata. E’ importante avere fiducia in questo settore e soprattutto nelle persone che agiscono e lavorano in totale sicurezza.”

“Ho ricevuto il documento da parte del presidente territoriale della CNA Santa Croce, Carmelo Basile –ha dichiarato il sindaco Giovanni Barone -, nel quale c’è la volontà da parte del settore agroalimentare di ricominciare a lavorare senza limitazioni. Inoltrerò questo documento, insieme ad altri sindaci del territorio ibleo, al presidente della Regione Musumeci e sono certo che il governatore accoglierà le richieste esposte nel documento. Spero davvero che questo settore possa ricominciare a far girare l’economia nel pieno rispetto dell’emergenza sanitaria che stiamo tutti vivendo.”

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...