Casuzze: la parrocchia gestirà un edificio confiscato alla mafia

Don Puglisi: saranno svolte attività sociali senza fine di lucro rivolte a tutto il territorio

795

Stamattina il sindaco di Santa Croce Camerina dott. Giovanni Barone, ha consegnato a Don Salvatore Puglisi, parroco della Parrocchia San Giovanni Battista, le chiavi delle tre unità immobiliari, che costituiscono un unico fabbricato, sito in località Caucana, in Via delle Ortensie. La cerimonia di consegna delle chiavi è avvenuta presso l’Ufficio Tecnico dopo la sottoscrizione del Contratto di Concessione decennale che prevede anche la possibilità di rinnovo di ulteriori 10 anni.

Il Sindaco si è soffermato sulla importanza dell’azione amministrativa di rafforzare la cultura della legalità anche con l’affidamento di questi immobili che con Decreto dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni erano stati sequestrati e confiscati per la successiva utilizzazione ai sensi del D.Lgs. n. 159/2011. Il Parroco Don Salvatore Puglisi, con la partecipazione all’Avviso pubblico, ha confermato l’impegno di tutta la Parrocchia sull’obiettivo di  utilizzare i beni per la realizzazione di attività sociali senza fine di lucro rivolte a tutto il territorio Santacrocese, e ha garantito che provvederà a trasmettere annualmente una relazione dettagliata sull’attività dalla quale si evincano i risultati raggiunti.

Nei locali saranno collocate delle targhe contenenti gli stemmi del Comune di Santa Croce e della Parrocchia San Giovanni Battista, nelle stesse verrà riportata la seguente dicitura: “Beni confiscati alla criminalità organizzata Patrimonio del Comune di Santa Croce Camerina”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...