Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Dal maggio 2012 ad oggi, abbiamo assistito ad una instabilità politica di questa Amministrazione forse senza precedenti nella storia della nostra città”. Inizia così la nota del Circolo Meridiana di Santa Croce, che analizza la situazione politica instabile dell’ultimo periodo: “In così poco tempo, si contano già tre assessori dimissionari (dei quattro iniziali) per motivi più o meno personali. Le nuove nomine fin qui svelate, sono state tese a caratterizzare questa Amministrazione da una maggioranza appartenente al PD e non più ad una lista civica. Un’Amministrazione comunale che appare sempre più paralizzata e isterica, oggetto dei continui ricatti (politici, s’intende!) da parte di un gruppo di consiglieri, il cui unico obbiettivo sembra esclusivamente quello di difendere una determinata categoria, dimenticando di avere il dovere di rappresentare tutti i cittadini, agricoltori e non! Questi ricatti sembrano addirittura proporre la nomina del nuovo assessore pescando nelle fila di liste avversarie nella corsa a Palazzo di Città, paventando l’ipotesi di un grottesco inciucio! L’ennesima dimostrazione d’incapacità sia politica che amministrativa, vedi ordine pubblico, ztl a Punta Secca, ordinanza sulle bevande alcoliche e non, tutte idee partorite male e concretizzatesi in maniera ancora peggiore. Per non parlare dell’ormai famoso “Marchio Collettivo”, unico motivo che tiene ancora i tre consiglieri del Gruppo Agricoltori seduti ai loro posti. Speriamo vivamente che anche l’ultima scelta dell’Amministrazione, quella dell’acquisto del “telelaser”, serva veramente a garantire la sicurezza dei cittadini e che non sia solamente uno strumento di vessazione ulteriore dei santacrocesi per rimpinguare le casse comunali!”.

Ma le accuse proseguono alla luce dell’intenzione da parte del sindaco di redistribuire le deleghe della Varcadipane: “Dalla conferenza stampa del Sindaco, durante la quale venivano ufficializzate (dopo tanto vociferare!) le dimissioni dell’Assessore Varcadipane, apprendiamo con un po’ di stupore che si sta attuando anche una ridistribuzione delle deleghe assessoriali. Non vorremo di certo ritrovare la delega allo Sport assegnata a qualche personaggio, direttamente o indirettamente coinvolto in vicende societarie (sportive) poco piacevoli e fallimentari oppure l’ennesimo consulente a titolo gratuito con Delega agli Spettacoli. Sarebbe stato più logico, a nostro avviso, cercare un dialogo costruttivo con le forze di opposizione interne al Consiglio Comunale piuttosto che sottostare ai soliti giochi di potere dei numeri. Mentre accade tutto ciò, chi si prende cura della Città? Forse per il Sindaco sarebbe il caso di valutare l’opportunità di Onorevoli dimissioni per non vedere infangata la Sua onorabilità.  NOI GLIELO CONSIGLIAMO VIVAMENTE!”

Redazione

5 Commenti

  1. Fanghi termali

    17 gennaio 2014 a 14:37

    Ma non vi preoccupate del fango degli altri…!!!

    Rispondi

  2. delfino curioso

    17 gennaio 2014 a 18:41

    Scusate, ma il tipo raffigurato alle vostre spalle nella foto non è Nello Dipasquale, quello che dal PDL, passando per Territorio, è sbarcato al megafono di Crocetta, cioè PD? Questo non è inciucio? O gli inciuci li fanno solo gli altri?

    Rispondi

  3. santacrocese

    18 gennaio 2014 a 06:47

    è un attacco scontato,previsto,formulato senza mezzi termini…era il fare politica di un tempo che trovava giustificazione in tutto ciò, anche i non addetti ai lavori constatano “l’assenza” di un dialogo costante e proficuo tra le varie parti in causa,la forza di inerzia di progetti condivisi che superino le Ztl,le telecamere,l’ ordinanza di divieto di bivacco…(gli argomenti menzionati appaiono scontati… fanno tanto rumore per nulla!!) manca il rispetto degli avversari e le alleanze dell’attuale amministrazione non reggono al cambiamento.

    Rispondi

  4. per delfino curioso

    18 gennaio 2014 a 16:15

    Infatti è proprio Nello Dipasquale e il manifesto denuncia proprio quell’inciucio di cui parli

    Rispondi

  5. luna

    20 gennaio 2014 a 01:53

    Onorevoli dimissioni, onorabilita’ , signori essendo al potere cio’ si perde, a volte il potere va alla testa, il fanatismo, l’essere un po’ piu’ in alto rispetto agli rende anche ciechi, si dimentca tutto, anche le persone che ti stavano a cuore, non si guarda piu’ nulla, l’importante e’ avere questo trono , poi se si diventa migliori o ridicoli non ci si prnsa affatto, l’importante ripeto che siamo al comando, che ci presentiamo agli altri come chissa’ cosa , essere i primi, guardare gli altri dall’ alto diventa una gioia quando invece per anni vi siete guardati negli occhi, tutto si dimentica , non si pensa che a volte il potere fa male a se stessi e agli altri , ma la cosa piu’ brutta e’ che quando ci si accorge che si sta facendo male a qualcuno che fino il giorno prima condividevate idee, scherzavate, parlavate, subentra il menefreghismo da sete di potere, allora con un sono costretta si cancellano lunghi anni ricchi dei valori piu’ belli, di cio’ se ne accorge solo chi ne soffre e chi ne subisce, ma chi ama il potere si gira dall’altra parte e fa finta di niente, di non vederti, di evitarti, CIO’ e’ lo schifo del potere , il voler apparire piu’ grandi, maestosi, MAESTA’ …..”…, una cosa che non rende onore, quindi dove la cercate l’onorabilita’ …….? Oramai e’ persa e per cosa per una fascia attaccata alla scapola. Solo certi valori ti rendono onorevole e onorato , rispettando quello che negli anni hai sempre rispettato ma che la Poltrona del potere ti ha portato via rendedoti cieco.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…