Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Beatrice Cinnirella, attraverso Facebook, ci propone un nuovo concetto di turismo già ampiamente diffuso in Europa, definito collaborativo. Lei stessa è la referente turistica per “Cosmopolit Home”, che propone scambio di casa per le vacanze. Il sito offre database per la ricerca delle destinazioni, guida allo scambio e la relativa modulistica. Un concetto unico basato sullo “scambio di notti”, il Nightswapping, dà la possibilità a privati, proprietari, affittuari di case e appartamenti, di andare in vacanza senza più pagare l’alloggio. Come funziona? Il ruolo della Cinnirella, all’interno della piattaforma, è quello di city ambassador, ossia rappresenta Cosmopolit Home a livello locale e la sua missione fondamentalmente è proprio quella di far conoscere Cosmopolit Home il più possibile attraverso:

– Partenariati con attori locali

– Organizzazione di manifestazioni promozionali

– Operazioni di street marketing

– Animazione sulle reti sociali

– Intermediario locale con la stampa

– Incoraggiare il dinamismo e la fidelizzazione all’interno della comunità

Aspetto fondamentale e importantissimo, la giovane city ambassador certifica gli alloggi che eventualmente sono presenti nella nostra area, cioè incontra di persona il nuovo membro che ha messo a disposizione la sua casa. Andando a verificare che l’annuncio non sia falso; facendo le foto della casa e controllando di persona che il profilo registrato sul sito corrisponda alla realtà. Di seguito elenchiamo i passaggi fondamentali per aderire attraverso il sito:

1. Crea un profilo sul sito www.cosmopolithome.com in maniera del tutto gratuita;
2. Crea un annuncio (casa intera e/o camera degli ospiti);
3. Scegli dove andare (a due passi da casa tua o all’altro capo del mondo!);
4. Pianifica il tuo viaggio e parlane alla persona ospitante;
5. Scegli le date del tuo nightswap e comunicale alla persona che ti ospita.

Usa le tue notti per finalizzare il contratto di scambio. È semplice, veloce e sicuro. Vediamo insieme i pro ed i contro che caratterizzano questa forma di viaggio.

PRO
Non paghi per alberghi ed altri tipi alloggio. Puoi cucinarti le tue cose, perciò puoi mangiare in maniera salutare spendendo poco. In alcuni casi risparmi pure sui trasporti, perché nello scambio può essere inclusa anche la macchina utilizzata dall’altro proprietario.Può facilitarti nel conoscere abitanti locali, in quanto l’altro proprietario può fornirti informazioni sul luogo e presentarti ai vicini.

CONTRO
Devi accettare l’idea che qualcun’altro abiti la tua casa. Può essere difficile trovare una persona se hai una casa lontano da un luogo turistico. Avviene lentamente, perciò non è adatto alle persone che vogliono spostarsi in maniera molto frequente (la maggior parte di scambi dura da una a quattro settimane). Lo scambio di case non è fatto per persone totalmente disordinate oppure eccessivamente dedite alla pulizia.

Convinti che questo modo di viaggiare alternativo al tradizionale sia oggi la risposta ideale alle problematiche attuali dei turisti di tutto il mondo, in particolare alla nostra realtà locale penalizzata da una politica che non ha incentivato al meglio negli anni il suo sviluppo, per sfatare un mito che resiste alla filosofia di pensiero che viaggiare in tempo di crisi sia un lusso che pochi possono concedersi, ci sembra anche un’esperienza umana rilevante e vi rimandiamo al sito web sopraelencato per capire al meglio come funziona.

Giusi Zisa

Guarda il VIDEO

[youtube]CWJ5pyRnpvk[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Adesioni alla Pro-Loco: il 30 settembre scade il termine, a ottobre le elezioni

Scade il 30 settembre il termine ultimo per l’adesione alla Pro-Loco di Santa Croce …