Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop
L’associazione ambientalista ‘Fare Ambiente’ interviene nella polemica che da giorni si protrae per la raccolta differenziata a Santa Croce Camerina tra gli utenti, la ditta Busso, appaltatrice del servizio di raccolta dei rifiuti, e il Comune che ha commissionato l’opera e che impropriamente viene accusato di non assolvere alla sua funzione in questa diatriba. La querelle riguarda la dotazione annuale standard di sacchetti che dovrebbe essere concessa agli utenti dalla ditta Busso, la quale invece non garantisce al momento  la corretta distribuzione. Di contro i risultati finora raggiunti dai cittadini, non ancora resi noti sul sito ufficiale del Comune, non sarebbero comunque una prova di grande maturità e di grande senso civico, aldilà quindi delle inesauribili discussioni per la mancata distribuzione dei sacchetti agli utenti; nonostante, infatti, una intensa campagna comunicativa avviata nello scorso mese di aprile, pochi, tra gli utenti del servizio, hanno pienamente fatto proprie le regole basilari da seguire per un buon andamento della raccolta differenziata. “La nostra città con il contributo responsabile della maggioranza dei cittadini – secondo il presidente provinciale Salvatore Mandarà – può e deve proseguire sulla strada dell’innovazione e del progresso e la raccolta differenziata porta a porta. Lo sforzo che dobbiamo affrontare è di combattere l’inciviltà di una ‘certa’ minoranza ancora restia ad accettare le nuove regole e fare informazione, in quanto differenziando ancora di più i rifiuti, contribuiremo a difendere di più e meglio l’ambiente, grazie al minor conferimento dei rifiuti in discarica e conseguente salvaguardia del territorio e delle nostre falde acquifere per un futuro eco-compatibile”. A tal proposito riproponiamo in allegato la brochure informativa del Comune, una sintesi appropriata di istruzioni per fare bene la raccolta differenziata. Si auspica che la campagna informativa rivolta ai cittadini possa trovare proseguito al più presto, già dal prossimo mese di settembre.
Giusy Zisa

3 Commenti

  1. piccione serafino

    6 agosto 2014 a 22:54

    scusate io do il mio consiglio ma perche non si fanno delle isole ecologiche con cassonettiappositi per la raccoltadifferita di vetro certa plastica ecc…mentre resta solo la raccolta dell’umido fatta porta a porta …cosi facendo penso che avremmo un buon servizio a costo minore

    Rispondi

  2. santacruciaro

    9 agosto 2014 a 17:05

    sarebbe opportuno fare varie isole ecologiche dove potere confluire carta vetro e plastica e fare umido e secco solo porta aporta questo porterebbe un po meno disaggi sicuramente molti meno sachetti da dovere acquistare da parte del enti competenti

    Rispondi

  3. Loredana

    10 agosto 2014 a 11:46

    Vergogna, a S.Croce NON riescono a far funzionare nulla,
    nemmeno la differenziata!!
    Allucinante!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Adesioni alla Pro-Loco: il 30 settembre scade il termine, a ottobre le elezioni

Scade il 30 settembre il termine ultimo per l’adesione alla Pro-Loco di Santa Croce …