Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Nella giornata di mercoledì, il Prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, ha presieduto una riunione a cui ha partecipato, oltre ai vertici provinciali delle Forze di Polizia territoriali, il Sindaco del Comune di Santa Croce Camerina, Franca Iurato, al fine di esaminare la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica che si è venuta a determinare in quel centro anche a seguito del noto tragico evento. All’incontro hanno partecipato, altresì, i Dirigenti degli istituti scolastici del Comune di Santa Croce Camerina. Nel corso dei lavori sono state approfondite varie problematiche connesse alla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nell’ambito di quel territorio comunale, con riguardo anche alle ripercussioni del citato evento delittuoso sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini. Nell’occasione sono stati definiti i dettagli del Patto per la sicurezza di S. Croce Camerina, da tempo predisposto e che sarà sottoscritto la prossima settimana.

In tale contesto, il Sindaco Iurato, pur evidenziando che il Comune di Santa Croce Camerina sostanzialmente non registra un aggravamento delle problematiche della sicurezza pubblica anche per la costante presenza delle Forze di Polizia territoriali e della Polizia Locale, ha sottolineato l’opportunità di un impegno unitario e della intensa collaborazione in atto tra tutte le componenti istituzionali coinvolte, per ricondurre la comunità locale, scossa dall’efferato crimine – sia pure isolato – alla consueta serenità e per migliorare la percezione della sicurezza, con particolare riferimento alla popolazione studentesca del luogo ed ai relativi nuclei familiari, confidando nella professionalità e competenza degli Organi di Polizia già impegnati nell’attività di controllo del territori comunale ed, in particolare, in prossimità dei plessi scolastici. Sul punto sono intervenuti i Dirigenti scolastici che hanno sinteticamente illustrato le diverse iniziative in atto nei rispettivi ambiti per affrontate il difficile momento, auspicando la prosecuzione del proficuo supporto psicologico fornito da una qualificata equipe di sanitari della locale Azienda Sanitaria. A tal riguardo il Prefetto Vardè ha contattato il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale che ha assicurato la prosecuzione dell’attività di sostegno psicologico da parte dell’apposita equipe dell’Azienda, che sarà rivolta anche ai genitori degli alunni.

ECCO LE NUOVE MISURE

Per quanto riguarda le misure finalizzate ad una maggiore sicurezza delle scuole, è stata approfonditamente esaminata la possibilità di avviare un sistema per inviare messaggi ai genitori quando gli alunni risultano assenti a scuola la cui attuazione si è deciso di definire mediante un apposito stanziamento a carico del bilancio comunale ovvero attraverso le risorse finanziarie disponibili nell’ambito del Patto per la Sicurezza per S. Croce Camerina che, peraltro, potranno essere utilizzati anche per implementare il sistema di videosorveglianza già attuato con fondi destinati dal Ministero dell’Interno nell’ambito del PON Sicurezza. Infine, allo scopo di favorire una maggiore serena vivibilità negli ambienti scolastici e di ottimizzare la percezione della sicurezza da parte della collettività locale, il Prefetto Vardè – su concorde avviso dei presenti – ha disposto una implementazione dei servizi di controllo e vigilanza a cura delle Forze di Polizia territoriali sul territorio comunale di Santa Croce Camerina, in aggiunta a quelli ordinari, svolti con modalità interforze, convenendo con i presenti sull’esigenza di rilanciare le iniziative mirate a contenere le criticità sociali e valutando l’attivazione di ulteriori iniziative dirette a rendere più armonioso lo svolgimento delle attività didattiche, in modo da consentire a tutte le componenti coinvolte di operare con la massima serenità.

A tal fine, il Prefetto Vardè ha evidenziato la necessità di utilizzare massicciamente gli strumenti già messi a disposizione per la sicurezza nelle scuole, quali il numero verde gratuito 43002 per inviare un sms al fine di denunciare spacciatori ed episodi di bullismo all’interno e nelle immediate vicinanze delle scuole ed il numero unico europeo 116000, gestito da “Telefono Azzurro”, esclusivamente dedicato per segnalare violenze o altre problematiche che coinvolgano bambini o adolescenti italiani o stranieri.

(fonte: www.prefettura.it/ragusa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Regionali, venerdì l’inaugurazione del comitato elettorale Assenza-Musumeci

Si terrà venerdì 29 settembre alle ore 20.30, presso i locali del Circolo Meridiana in Pia…