2184x268micieli
Il Delfino
onoranzescillieri
attualmobili1350

Pozzallo, pescato un pesce palla velenoso: può provocare la morte

0 144

È allarme nelle coste ragusane: è stato pescato al largo di Pozzallo un pericoloso pesce proveniente dal Mar Rosso le cui carni sono velenose. Si tratta del “Lagocephalus sceleratus”, chiamato anche “pesce palla argenteo”: alcune sue parti contengono difatti tetradotossina, una sostanza che paralizza il sistema respiratorio e che crea problemi cardiaci. I sintomi sono legati al blocco del sistema nervoso e portano, in alcuni casi, alla paralisi, al vomito, alla diarrea. Le parti del pesce nelle quali si accumula la tossina sono la pelle e gli organi, soprattutto il fegato, le uova e l’intestino. La tossicità della carne, invece, presenta una variazione a seconda della specie, localizzazione geografica e stagione. L’avvelenamento da tetrodotossina è altamente rischioso e può comportare conseguenze particolarmente gravi per la salute, fino a portare alla morte, che può avvenire dopo poche ore dall’ingestione.

Il pesce palla si riconosce dal dorso bruno o grigio con punti scuri e ventre bianco. Una larga e vistosa banda argentea decorre sui fianchi. Misura fino a 40 cm. Questo pesce è facilmente riconoscibile poiché presenta una dentatura a forma di “becco di pappagallo” con 2 denti sopra e due sotto. Conosciuto col nome di “Fugu” viene mangiato esclusivamente in Giappone lo stesso giorno che viene pescato e gli organi vengono rimossi da cuochi specializzati. Molto bello all’apparenza ma non va assolutamente mangiato.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.