Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Sfuma dopo un tempo supplementare il sogno della Emmolo S.&C. srl Vigor, che viene sconfitta in casa per 67-76 dalla Irritec Costa d’Orlando, terza forza del campionato di Serie C Silver. La formazione santacrocese, con le rotazioni ridotte ai minimi termini (assenti Cascone, Lena e Salvatore Rizzo) e una gara quasi eroica, sfiora il colpaccio e si arrende all’overtime nonostante i 22 punti di Occhipinti e i 19 di Giacomo Rizzo. Santa Croce resta al terz’ultimo posto in classifica, a -8 dal Cus Catania che occupa l’ultima posizione utile per la salvezza.

Già dalla palla a due i ritmi sono altissimi, le mani fredde (4-5 al 5’). Costa d’Orlando, con il suo nuovo straniero Di Loreto, prova il primo allungo (4-11) che Giacomo Rizzo è bravo a tamponare con la tripla sul finire del primo quarto: dopo 10’ è 13-15 per gli ospiti. Costa d’Orlando non ha percentuali entusiasmanti, ma fa valere il fisico nella lotta a rimbalzo. I secondi possessi consentono alla formazione di Condello di prendere il largo: il canestro di Carpinteri segna il massimo vantaggio (20-38), la Vigor non si abbatte e rientra parzialmente con un break di 8-1 (26-39 al 20’).

Al rientro dagli spogliatoi Santa Croce si sistema a zona. L’esperimento frutta un break di 16-4 che consente ai padroni di casa, spinti da Rizzo e capitan Distefano, di tornare a -1 e impattare sulla sirena grazie al lay-up di Paolo Di Stefano (46-46). Costa d’Orlando non segna mai (7 punti totali nel terzo quarto) e la Vigor, con cuore e applicazione sui due lati del campo, mette in partita anche il pubblico. L’ultimo periodo è di un’intensità pazzesca: Leonzio segna la tripla del +5 ospite (49-54), Occhipinti in un momento di onnipotenza cestistica realizza otto punti di fila (con due triple) e sancisce il primo sorpasso Vigor: 59-57 con 1’34” sul cronometro. Santa Croce costringe gli avversari a un’infrazione di 24” e una forzatura di Danna, Occhipinti va in lunetta per chiuderla con meno di 5 secondi da giocare. Fa 1 su 2, Marinello sfugge al tentativo di fallo e pareggia sul 60-60 a quattro decimi dalla fine. Beffa e overtime.

La Vigor, psicologicamente, resta in vita. Susino e Barone segnano tiri difficili, Occhipinti rimette a distanza la Irritec con il libero del 67-63. Poi sale in cattedra Di Lorenzo, che sfrutta qualche metro di spazio per realizzare due volte dall’arco (67-72). Il gap diventa incolmabile, orgoglio e attributi non bastano: Costa d’Orlando, al suo nono successo consecutivo, si impone 67-76.

IL TABELLINO

Emmolo S.&C. srl Vigor-Costa d’Orlando 67-76 d.t.s (13-15; 26-39; 46-46; 60-60)

Emmolo S.&C. srl Vigor: Lena ne, Susino 4, Rizzo G. 19, Occhipinti G. 22, Barone 4, Di Stefano P 5., Distefano 13, Emmolo, Cavallo ne, Occhipinti R. All: Giancarlo Di Stefano

Irritec Costa d’Orlando: Marinello 15, Danna 5, Ferraro 11, Carpinteri 2, Leonzio 15, Sgrò, Di Loreto 18, Giuffrè ne, Antinori 2, Fall 8. All: Giuseppe Condello

Arbitri: Fichera (Giarre) e Castorina (Piazza Armerina)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Il comune di S.Croce contro la violenza sulle donne: il programma di sabato

L’amministrazione Comunale di Santa Croce Camerina, con un programma di iniziative, …