Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Bilancio positivo per la prima edizione di “Coltura semina Arte”, la rassegna dedicata all’arte e alla musica che si è svolta venerdì e sabato a Santa Croce Camerina. Protagonisti diversi artisti e le loro opere in una due giorni che ha animato la cittadina a vocazione agricola nel Sud Est siciliano. Non solo agricoltura, ma anche, come ha dimostrato la rassegna, un ricco fermento artistico del paese, come è variegata la proposta culturale dei giovani presenti sul territorio. Alla base della manifestazione promossa dall’associazione “Città Futura”, la voglia di fare emergere quanto di bello c’è in questo piccolo paese ragusano, quanta vitalità, freschezza, animismo si respirino. Dalla musica all’arte, dai workshop alle mostre, la prima edizione ha regalato un’immagine nuova, diversa, in cui la voglia di fare arte, costruire qualcosa insieme, è emersa con palpabile evidenza. Ad aprire la rassegna venerdì sera è stata una proiezione di opere di video arte realizzate dagli artisti sciclitani Sasha Vinci e Maria Grazia Galesi e dal collettivo “Arte al Movimento” che ha proposto le opere di Sebastiano Mortellaro, Emanuele Di Quattro, Danilo Torre, Alfredo Romano, Salvatore Mauro, Claudio Cavallaro, Sandra Rizza, Mela Salemi, Aldo Taranto, Ramzi Harrabi. La serata è proseguita con il concerto dei Fratelli la Strada che hanno presentato il loro ultimo album pop “Octopus Vulgaris”. Sabato si è invece svolto il workshop organizzato dal musicista e compositore Antonio Mainenti, dedicato alla piccola elettronica e ai suoi usi nel campo musicale e sonoro e all’utilizzo dei nuovi hardware come Arduino e Raspberry pi. Il seminario si è concluso con una performance-installazione dei partecipanti. A chiudere la prima edizione di “Coltura semina Arte” è stato un concerto di musica hip hop che ha coinvolto cantanti di diverse etnie (albanese, tunisina, italiana) nel segno della multiculturalità. La rassegna ha goduto del patrocinio del Comune di Santa Croce Camerina, dell’Avis di Santa Croce Camerina e dell’Istituto Paritario “Verga” di Vittoria, e del supporto di Putia Street Food, Rosticceria Caffetteria Picchio Verde, A Tutto Gas, Grafica Pubblicitaria, Vanity House Casalinghi, Caffè Mokambo. Soddisfazione da parte degli organizzatori per quella che si preannuncia essere una base di partenza per varie iniziative culturali che, si spera, coinvolgeranno ancor di più in futuro il Comune di Santa Croce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Capatina a P.Secca per le Fiat 500 in occasione del Raduno del Barocco Ibleo

Centoventi Fiat 500 hanno fatto da cornice alla settima edizione del Raduno del Barocco Ib…