Qualcuno ha fatto “festa” fino a tarda notte e questo è il risultato. Piazza del Mercato Vecchio lunedì mattina era invasa da bottiglie di vetro, che prima contenevano birra e adesso sono il segno più limpido di una inciviltà dilagante (la foto è di una nostra lettrice). Ma anche di controlli fiacchi e poco incisivi. Quel meraviglioso spazio ricavato a fianco di via Gramsci e sopra il piazzale della Solidarietà, che viene usato sempre più di rado per le manifestazioni teatrali, è un chiaro esempio di degrado. Orde di immigrati si riuniscono sugli scalini della fontana e, fregandosene altamente delle più elementari norme, abbandonano tutto dopo aver consumato a sbafo. Ma è proprio necessario inchinarsi di fronte a tanta arroganza? Santa Croce è preda di una strafottenza “tout court”, di fronte alla quale le istituzioni non reagiscono. Sentirsi umiliati a casa propria (e non reagire) è un atteggiamento incompatibile per gente che spera ancora nel futuro. Per bere tutte quelle birre ci sarà voluto del tempo: fare un giretto per controllare come vanno le cose in paese, specie nel weekend, è davvero un’operazione così ardua? Ci risponderanno che gli organici sono ridotti o faranno scaricabarile. Grazie, ma non ci basta.

image_pdfimage_print

Un Commento

  1. Marcod

    27 febbraio 2017 a 16:26

    Amministrazione fa pena nessun controllo….ormai questo paesino è diventato una latrina…..vergognatevi .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Casuzze batte Punta Secca: avrà la farmacia. Consiglio: novità sul cimitero

La nuova farmacia sorgerà a Casuzze, in contrada Finaiti. Lo ha deciso il Consiglio comuna…