Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Difendiamo la salute”: è l’allarme che lancia in tutta la sua drammaticità Fare Ambiente Santa Croce Camerina, per i danni che il triste fenomeno delle fumarole provoca alle persone e all’ambiente che le circonda. “Non passa giorno infatti che l’aria non sia densa di odori strani, non derivanti solamente dalle concimazioni dei terreni circostanti e da quelli chimici che spesso sono inodore, ma anche dai fumi derivanti dalle bruciature di scarti vegetali e materiale plastico in uso alle aziende agricole che operano per la maggior parte in territorio ragusano, dove non basta il solo controllo della polizia provinciale – dice la coordinatrice locale di Fare Ambiente Rosuccia Agnello – Occorre anche la collaborazione dei cittadini che segnalino i fuochi. Stiamo parlando di inquinamento ambientale e di polveri sottili che non sono percettibili dall’occhio perché si verificano di notte. Di sicuro hanno effetti negativi sull’apparato respiratorio, sulla riproduzione sessuale, sul sistema endocrino e sull’insorgenza dei tumori. Purtroppo non è maturata ancora, nonostante svariate campagne di sensibilizzazione con convegni e tavole rotonde, una vera coscienza ecologico-sociale e forse non si conosce nemmeno il fenomeno. Gli agricoltori hanno il diritto di coltivare le proprie terre e il dovere di rispettare le norme, mentre gli enti locali debbono trovare tutte le soluzioni necessarie preventive per evitare questi fenomeni inquinanti e quelle repressive per evitare che possano continuare, in dispregio al turismo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Nella morsa dei rifiuti: l’impegno della giunta Barone dal suo insediamento

Il problema rifiuti domestici sta raggiungendo livelli veramente preoccupanti nel comune d…