Imbrattati i muri di un edificio scolastico, Fare Ambiente attacca: “Servono controllo ed educazione”

1.027

“Qualsiasi commento è inutile, siamo di fronte a segni di inciviltà che vanno sottolineati ed evidenziati. Manca ancora quel circuito virtuoso di integrazione che sta alla base del vivere civilmente. Il fenomeno delle scritte sui muri – dice Salvatore Mandarà, coordinatore provinciale di Fare Ambiente -, non è nuovo a S.Croce e chiaramente rendono vani gli sforzi che un’ amministrazione deve fare per mantenere il decoro urbano. Deturpare e imbrattare i muri è reato, ancor di più se si tratta del muro dell’istituto comprensivo della scuola media Psaumide. Speriamo che si tratti di “ragazzate”, per evitare, come qualche anno fa, scritte razziste che misero a dura prova la città di fronte al processo di integrazione. Piazza degli Studi è un luogo difficile da controllare, dove solitamente avvengono degli illeciti che tutti siamo tenuti a denunciare. Oltre a un’azione di controllo e repressione, occorre una forte azione educativa che deve partire dalla scuola e dalle famiglie, affinché si accresca il senso civico dei nostri giovani per tutelare l’ambiente e i luoghi in cui viviamo”.

Redazione

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...