Scompare a 64 anni l’ex vigile Venerando Gulino: il pensiero della comandante Maria La Rosa

915

In una giornata di sole caldo come quella di ieri, un ciclone terrificante si è abbattuto su Santa Croce. Un infarto si è portato via Venerando Gulino, l’ex vigile urbano, all’età di 64 anni. Era in pensione da pochi mesi, ma per il destino beffardo non è riuscito a godersela. La notizia è cominciata a circolare nella tarda mattinata, lasciando sgomenti tutti quelli che lo conoscevano. E sono davvero tantissimi, praticamente una città intera. “Un uomo onesto, perbene, un gran signore. Aveva sempre l’approccio giusto in ogni azione che metteva in essere, personaggio schivo che non amava gli orpelli. Per festeggiare il suo pensionamento lo abbiamo fatto a sorpresa, senza fargli capire nulla. Lo abbiamo invitato negli uffici con una scusa, e lui, emozionato come un bambino, non capiva il motivo di quella improvvisata festicciola, si scherniva di continuo. Questo era Venerando, un uomo vero, seppure in pensione era comunque rimasto uno di noi”. Questo il pensiero, il racconto, della comandante del Corpo dei Vigili Urbani di Santa Croce, Maria La Rosa, visibilmente scossa e con le lacrime agli occhi, così come i suoi colleghi ancora increduli per quello che è successo. Venerando aveva una passione innata per l’agricoltura, ci dice chi lo conosceva bene; era orgoglioso di quello che nel suo appezzamento di terra riusciva a coltivare, a produrre, malgrado non fosse un esperto del settore. Oggi alle 15 i funerali. Santa Croce Web è vicina alla famiglia, ai parenti, agli amici, ai colleghi: quella odierna è una giornata molto triste, per l’ultimo saluto ad una persona vera,  l’ennesima, che se ne va in punta di piedi, così come ha attraversato tutta la sua vita.

Salvo Dimartino

Nelle foto sotto Venerando Gulino durante la festa del suo pensionamento

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...