Il resort del golf chiude i battenti (per ora): 45 lavoratori col futuro in bilico

Deserto il primo bando per l'affitto del Donnafugata di contrada Piombo

1.217

Da un paio di mesi, ormai, non è più possibile prenotare una camera al Donnafugata Golf Resort di contrada Piombo, nella campagna ragusana, a cinque minuti (contati) dal mare e a pochi chilometri dai luoghi del commissario Montalbano. Un altro hotel di lusso, con annessi un paio di campi da golf che portano le firme celebri di Gary Player e Franco Piras, rimarrà chiuso. Fino a quando qualcuno – ma ci vuole uno spirito imprenditoriale non indifferente – non deciderà di partecipare al bando di gestione che il curatore fallimentare indicato dal Tribunale di Ragusa, Giovanni Gurrieri, si appresta a pubblicare per la seconda volta (il primo è andato deserto) e che prevede l’affitto del ramo d’azienda dopo che nel maggio scorso la Donnafugata Resort Srl, la società di gestione del complesso turistico-alberghiero, è stata dichiarata fallita. Prosegui la lettura su Buttanissima Sicilia cliccando qui

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...