La giornata dei donatori: l’impegno dell’Avis si trasforma in festa

Domenica, assieme ai volontari dell'Astra, un momento di grande condivisione

434

Nella giornata mondiale dei donatori di sangue che si festeggia ogni anno il 14 giugno in tutto il mondo, anche l’Avis di Santa Croce Camerina ha dato il suo contributo con i valori dell’amicizia e fratellanza tra le associazioni di volontariato. Fare volontariato e decidere di aiutare gli altri gratuitamente è un atto di estrema generosità. È la presa di coscienza che un tuo gesto può cambiare in meglio la vita delle persone. Ma non è solo questo: fare volontariato insieme… è un’esperienza bellissima, che aiuta a cambiare la vita delle persone, le rende migliori, soprattutto al finire di questa pandemia da coronavirus.

Una giornata di donazione si è trasformata in una festa, tra i volontari dell’associazione Astra e i volontari Avis con il nobile fine del dono del sangue e del plasma, per essere di aiuto agli altri, ai malati oncologici, ai talassemici e a tutti coloro che continuano a vivere grazie alla trasfusione di sangue. Cominci così a pensare che il volontariato sia la scelta giusta. Una scelta che cambierà gli altri, cambierà te e il mondo in cui vivi, rendendolo migliore e più equo per tutti. Chiunque può farlo, se sente soprattutto di doverlo fare, perché dentro ognuno di noi ci sono delle sensibilità che possono emergere e concretizzarsi in un vero e autentico aiuto per chi è in difficoltà in questa vita.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...