Giusy Zisa: “Il Pd ha sbagliato scarpe”. La replica: “Lei e Agnello confusi”

La consigliera punta al Bilancio: "Chiederò conto e ragione agli assessori"

1.215

“La mia assenza all’ultimo consiglio comunale mi ha evitato di prendere parte ad uno spettacolo indecoroso, solo l’ultimo in ordine di tempo, a tratti comico e anche, purtroppo, parecchio volgare. “Qualcuno” si impegna da sempre in tal senso e non ci ha mai risparmiato i suoi siparietti”. Lo scrive in una nota la consigliera Giusy Zisa, che non era presente martedì sera in biblioteca comunale per la seconda seduta del Consiglio a ranghi ridotti.  “E’ andato tutto secondo le previsioni – sostiene la Zisa -, molta politica con il Pd che tenta maldestramente di rimettere piede all’interno del Consiglio, indossando però un paio di scarpe che non sono della sua misura e svolta quasi a destra prestandosi a mediazioni improponibili, contro qualche cenno in più di carattere amministrativo”. “Personalmente – prosegue la consigliera – punto tutto sulla prossima seduta consiliare, quella del bilancio! Un appuntamento chiave, un momento essenziale per stabilire una volta per tutte, il futuro di questa amministrazione: ad ognuno degli amministratori chiederò, infatti, di spiegare, senza lasciare spazio al caso o all’improvvisazione, il futuro delle proprie deleghe”.

Secondo la Zisa ci sono “questioni urgenti, in sospeso da tempo, che interessano la cittadinanza, alle quali non ci possiamo più sottrarre: il confronto iniziato e mai concluso che dovrebbe ormai arrivare in fase di decollo per la riqualificazione della piazza del Mercato del giovedì, boicottato da sempre; le fasi dettagliate e già annunciate a mezzo stampa dal primo cittadino, ma non ancora avviate, del lungomare che collega Punta di Mola a Casuzze, che qualche dissenso motivato lo hanno sollevato, senza dimenticare l’urgenza di un degno collegamento della borgata di Casuzze a quella di Punta Secca; il marchio di Montalbano; la riqualificazione di Fonte Paradiso, anche questo è stato più volte oggetto di proclami del sindaco ma ad oggi registriamo un nulla di fatto; la riqualificazione urgente degli edifici scolastici anche in vista della prossima imminente apertura dell’anno scolastico, ora che sembrerebbe proprio che dall’emergenza covid gli enti locali sono stati dotati di appositi finanziamenti finalizzati allo scopo; la necessaria e reclamata pescheria del porticciolo di Punta Secca di cui l’ex vice sindaco dovrebbe ancora spiegare, nel dettaglio, cosa voleva farne e soprattutto quando realizzarla insieme ai beni confiscati alla mafia; l’assegnazione di ristoro economico per tutte quelle attività economiche che sono rimasti ad oggi fuori dai benefici fiscali; i lavori del campo di calcio in sintetico in cui giocano UPD Santa Croce e Atletico… e molto altro ancora”.

“Appuntamento alla prossima puntata – conclude la nota della consigliera – indossando le scarpe della giusta misura e mantenendo i nervi i saldi”.

La nota del Pd: “Lei a Agnello si schiariscano le idee”

“Negli ultimi giorni, sembra che alcuni consiglieri comunali abbiano sofferto le iniziative politiche del Partito Democratico e si sono sbizzarriti in commenti e critiche astruse!”. Lo scrive il Partito Democratico in una nota. “Tralasciando l’incoerenza di questi sedicenti “consiglieri di opposizione” che si scagliano contro l’opposizione (forse è vero che sono transitati col sindaco?) siamo passati dai video del consigliere “attore”, in cui si racconta salvatore del paese, ai suggerimenti della consigliera che, assente durante l’ultimo consesso, suggerisce al Partito Democratico addirittura le “scarpe” da indossare. Vorremmo suggerire all’uno ed all’altra, per schiarirsi le idee e capire da che parte stare, un po’ di relax estivo, qualche camminata mattutina in spiaggia (quando verranno pulite), rilassanti massaggi sul bagnasciuga, lunghe passeggiate con le infradito che evitano storte e gonfiori ai piedi! Quanto alle critiche ed agli attacchi rivolti al consigliere Cappello per la sua adesione al PD, proponiamo una buona dose di moderazione ed umiltà soprattutto a chi attualmente fa da “paraninfo” al Sindaco ed a chi le scarpe forse se le è “fatte fare” ed al massimo potrà aspirare a fare la “scarpetta” di qualche avanzo”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...