Le strisce blu non vanno giù a Pd e Art.1: volantinaggio a Punta Secca

Continua la protesta del centrosinistra contro l’istituzione dei parcheggi a pagamento

1.687

 A Punta Secca soffia pure il vento della protesta. Questa mattina Partito Democratico e Articolo 1 hanno intrapreso una folta campagna di volantinaggio per dire “no” all’istituzione delle strisce blu. I parcheggi a pagamento sono entrati in vigore un paio di giorni fa. Il numero degli stalli è stato ridotto rispetto all’estate scorsa (dalla delibera di giunta risultano 266, più quelli predisposti nella prima parte del lungomare delle Anticaglie, a Caucana), mentre la sosta gratuita di tolleranza passa da dieci a quindici minuti. Ma non è abbastanza secondo il centrosinistra, che nei giorni scorsi si è scontrato pesantemente con il sindaco Barone: “Non era opportuno quest’anno!” Non era assolutamente il caso!” si legge su alcuni volantini. “Pessima scelta sindaco, ci si doveva sforzare di ampliare le aree di sosta libere e non di far pagare i pochi posti che ci sono. Queste non sono politiche per la ripartenza, queste sono politiche vessatorie contro i cittadini. Davvero un brutto modo di amministrare”.

LE ZONE INTERESSATE DALLE STRISCE BLU

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...