Calcio, Eccellenza: il S.Croce doma il Palazzolo e conquista la prima

In rete Leone e Incatasciato. Lucenti: "Qualche errore, ma c'è tempo per rimediare"

181

Il Santa Croce fa sul serio e con una prestazione convincente mette sotto il Palazzolo e conquista i primi tre punti della stagione. La squadra di Gaetano Lucenti si lascia alle spalle così le due sconfitte in Coppa Italia e compie un bel salto in avanti, sciorinando bel gioco e azioni pregevoli. Il punteggio poteva essere più sostanzioso se gli avanti biancazzurri non avessero peccato in lucidità, ma la prestazione è stata così esaltante che ha soddisfatto giocatori, tecnico e dirigenza.

Il Cigno ha iniziato a macinare gioco fin dal fischio d’inizio e sfiorava la rete prima con una doppia occasione con Davide Floridia, salvata in extremis dalla difesa ospite, e successivamente con una semirovesciata di Daniele Sammartino. L’equilibrio si spezzava alla mezzora con un rigore concesso per un fallo su Ciccio Leone e trasformato dallo stesso attaccante biancazzurro. Il Santa Croce sfiorava la rete prima del fine della frazione con un tiro al volo di Leo Escobar che si infrangeva sul palo. Nella ripresa il Palazzolo forzava di più, ma a fallire il raddoppio erano i locali con Leone ben lanciato da Sammartino che falliva a tu per tu con il portiere ospite. Gli ospiti impensierivano la difesa locale, ma un super Sferrazza e un Cavone in grande spolvero mantenevano a galla il vantaggio. L’ingresso in campo di Lorenzo Incatasciato e di Angelo Gravina davano verve al finale di gara e proprio sull’asse dei due giovani biancazzurri nasceva il raddoppio con Gravina che serviva un assist a Incatasciato che con un preciso diagonale marcava la sua prima rete nel campionato di Eccellenza alla suo esordio assoluto.

Di seguito l’analisi di mister Gaetano Lucenti: “Abbiamo avuto una buona reazione dopo le due sconfitte consecutive, Avevamo bisogno di vincere questa prima gara di campionato e ci siamo riusciti. La squadra si è ben comportata – spiega il tecnico biancazzurro – ma bisogna ancora lavorare perché ci sono state alcune cose che non mi sono piaciute durante la gara. C’è tempo per sistemare i dettagli. Siamo ancora all’inizio e nelle prossime due gare ci attendono due trasferte insidiose, dove ci andremo a confrontare contro delle nostre dirette concorrenti alla salvezza. Dobbiamo affrontare queste due trasferte nel migliore modo possibile e a tal proposito mi aspetto dai ragazzi delle prestazioni in cui la mentalità e il giudizio ci facciano conquistare quanti più punti possibile. Oggi ho visto cose buone e altre meno buone, ho notato che dobbiamo migliorare nel fraseggio sul gioco al muro e sugli interscambi. Lavoreremo su questi tre fattori e cercheremo di correggere gli errori nel più breve tempo possibile”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...