Minacce di parto prematuro. Ma tiene duro e si laurea in ospedale

E' successo a F.P., una fantastica testimonianza della forza di volontà

1.321

Oggi è la giornata della prematurità. All’ospedale “Giovanni Paolo II” stanno vivendo, questa giornata, in un modo ancora più speciale. Una giovane futura mamma, F. P., è ricoverata presso il reparto di Ostetricia, per minacce di parto prematuro a 27 settimane di gravidanza. Tiene duro, resiste e che fa? Alle 15.00 si laurea, on line. Queste mamme e i loro piccoli, talvolta piccolissimi, hanno sempre qualcosa in più. Non sottovalutiamoli, mai.

«Quando un bambino nasce pretermine, e viene curato in terapia intensiva neonatale, passa, improvvisamente, dalla condizione protetta e ovattata dell’utero materno, a un ambiente più freddo e ricco di stimoli. Ecco perché è importante dare al piccolo la possibilità di ritrovare il suo mondo attraverso il contatto costante con il genitore, la carezza di un operatore e l’ascolto della musica giusta», il commento del dr. Francesco Spata – direttore ff dell’UOC Neonatologia – P.O. Giovanni Paolo II – Ragusa.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...