Dopo sei mesi ci ripensa Fare Ambiente: ripulita la Torre di Mezzo

L'iniziativa per proteggere la vecchia fortezza dall'operato dei soliti incivili

608

Dopo appena sei mesi, domenica 31 gennaio, Fare Ambiente con una delle sue iniziative, previste dalla convenzione con il comune di Santa Croce Camerina, ritorna a ripulire dal vetro e dalla plastica la “Torre di Mezzo” o “Torre di Pietro”, nel piccolo borgo di Torre di Mezzo. Che, ancora meta di tanti visitatori, continua ad essere deturpata dai soliti incivili, che vi abbandonano i resti di una bevuta di gruppo. “Occorrono interventi per evitare l’erosione della costa – dice Salvatore Mandarà di Fare Ambiente – per salvare quelle mura esterne, emblema di difesa costiera in pieno Regno di Sicilia, edificata nel dicembre 1601 e armata nel mese di giugno 1602 con un cannone”. La torre fu eretta su un promontorio che si trova a metà strada tra la torre Scalambri e torre Vigliena, costruite nello stesso periodo e con le quali è in contatto visivo. Le torri facevano parte di un unico sistema di difesa costiero contro attacchi barbareschi, ed era armata con due cannoni ed il suo terrazzo attrezzato con una campana in bronzo, utilizzata come avviso sonoro di sbarchi nemici.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...