Rischio idrogeologico: finanziati 4 progetti per quasi due milioni

Prevista la realizzazione di due canali di gronda in via Matteotti e a Casuzze

515

Il sindaco Giovanni Barone comunica che, con Decreto del Ministero degli Interni di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, in data 23 febbraio sono stati assegnati al Comune di Santa Croce Camerina ben 1.970.000,00 di euro, per interventi di messa in sicurezza del territorio per il rischio idrogeologico. Il Comune di Santa Croce Camerina, aveva presento istanza nei termini previsti, ovvero entro il 15 settembre 2020, con quattro fondameli opere: intervento per riduzione rischio frana in località Caucana, in località Lungomare delle Anticaglie, dell’importo di € 800.000,00; regimentazione acque piovane in c.da Pescazze per riduzione rischio esondazione torrente Biddemi, dell’importo di € 800.000,00; nuova Costruzione di un canale di gronda in via monti Iblei in località Casuzze dell’importo di € 250.000,00; nuova costruzione di un canale di gronda in via Matteotti, dell’importo di € 120.000,00.

Queste opere, attese da anni sia in paese che nelle zone di Caucana, Casuzze, Finaiti nord e Pescazze, permetteranno di poter finalmente dare le dovute risposte al contrasto al dissesto idrogeologico al nostro territorio con opere di regimentazione delle acque piovane. “Territorio ed ambiente – commenta il sindaco – da sempre cavallo di battaglia della mia Amministrazione. Il raggiungimento di tale obiettivo per quattro progetti su cinque presentati in materia di interventi idrogeologici rappresenta un successo dell’Amministrazione e dimostra che l’attenzione è molto alta per la sicurezza del territorio. Non solo l’igiene per quanto concerne la differenziata, ma qui si parla di sicurezza della cittadinanza. Santa Croce è anche zona costiera in cui sono orientati gli interventi di cui sopra, per garantire maggiore sicurezza durante i numerosi acquazzoni stagionali che causano allagamenti in varie zone che sfociano sulle spiagge di Casuzze. Quindi intercetteremo e regimenteremo le acque piovane a monte. Siamo entrati tra i comuni (Ragusa, Monterosso, Vittoria, Pozzallo e Santa Croce) che hanno ottenuto questi finanziamenti. I nostri uffici hanno lavorato alacremente per captare questi fonti che arrivano dopo il PON Sicurezza, il GAL, i Fondi di Rotazioni per le progettazioni. Un riconoscimento va a tutti i dipartimenti dell’Ente, in particolare all’Ufficio Tecnico, diretto dall’Arch. Gaudenzio Occhipinti, anche in considerazione del fatto che solo un terzo dei progetti proposti dagli Enti è stato finanziato. Non ci fermeremo, nonostante i risultati raggiunti sinora. L’azione Amministrativa è sempre attiva”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...