“Sulle strisce blu non parcheggia nessuno”. Così il Comune le cancella

Il sindaco firma un'ordinanza. "Almeno risparmiamo sul noleggio dei parcometri"

1.274

I parcheggi a pagamento tra il bivio di Torre di Mezzo e l’imbocco della Sc 35 (Punta Secca-Croce) sono stati cancellati con un colpo di spugna. Da blu, le strisce diventano nere. La sperimentazione è durata lo spazio di poche ore. Il tempo di sollevare qualche critica, ma soprattutto di accorgersi – nonostante il weekend – che non vi è stato parcheggiato alcun veicolo. Da qui la nuova ordinanza del sindaco (LEGGI QUA): “Considerato che, a seguito di costante monitoraggio e dei continui controlli da parte della Polizia Municipale, è emerso che, in particolare in via Donnafugata, e precisamente il tratto compreso tra la Sc 35 e la via Torre di Mezzo, dal giorno della sua istituzione a oggi, non è stato mai occupato da alcun veicolo per cui appare opportuno, anche al fine di ridurre i costi derivanti dal noleggio del parcometro ivi installato, sottrarre il predetto tratto dall’obbligo della sosta a pagamento” si ordina “l’esclusione del tratto di via Donnafugata, compreso tra la Sc 35 e la via Torre di Mezzo, dalle aree di sosta a pagamento”.  Esperimento concluso: dei 156 parcheggi previsti originariamente ne sono già saltati una trentina.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...