Permessi di soggiorno “facili”: il 53enne Giorgio Cappello assolto dal Gup

716

Il  GUP presso Tribunale di Ragusa ha pronunciato sentenza di assoluzione nei confronti di Giorgio Cappello, 53 anni,  tecnico dell’Asp 7 di Ragusa, per le accuse di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Cappello era stato arrestato, sospeso dal servizio e costretto ai domiciliari il 4 febbraio del 2014  perché ritenuto responsabile di aver fatto parte dell’associazione fornendo le false certificazioni sull’idoneità igienico-sanitaria di appartamenti destinati a ospitare immigrati cinesi.

Difeso dagli avvocati Enzo Trantino e Fabrizio Cavallo, già in fase d’indagine, Cappello aveva ottenuto dalla Corte di Cassazione l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare per “insussistenza di indizi di colpevolezza” e il 23 febbraio 2014 era stato rimesso in libertà. I difensori hanno pertanto scelto il rito abbreviato celebrato martedì 7 marzo 2017 davanti al giudice delle udienze preliminari presso il Tribunale di Catania, dott. Santino Mirabella, che ha assolto Giorgio Cappello per non aver commesso il fatto.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...